Migliora il Rapporto Rischio Rendimento e GUADAGNI anche se perdi

Calcolare nel modo giusto il rapporto rischio rendimento nel trading online sul forex è fondamentale per la riuscita del proprio business online speculativo sulle valute. Per quale motivo bisogna attenersi ad un adeguato risk reward e qual è il giusto rapporto R/R per guadagnare costantemente sul forex nonostante la strategia che applichi sia mediocre e continua a farti perdere?

Rapporto Rischio Rendimento nel Trading Forex

Insieme al money management, un corretto bilanciamento tra il rischio che corriamo per ogni operazione aperta e il possibile profitto è fondamentale per chiudere le proprie giornate di trading sempre in positivo e vivere di trading online.

Ho accennato all’argomento qualche articolo fa, quando ho parlato di stop loss, tuttavia ora voglio approfondire la tematica per farti rendere conto quanto sia importante il calcolo del risk reward nel forex.

Diversamente dalle strategie forex, questo argomento è molto matematico, perché tratta di statistica e probabilità a cui dobbiamo affidarci per raggiungere il nostro obiettivo primario: diventare trader che guadagnano.

Per calcolare nel miglior modo possibile il rapporto rischio rendimento delle tue operazioni, devi analizzare anche la tua tecnica di trading: per ognuna di esse devi associare un risk reward personalizzato.

– Qual è la probabilità di riuscita della tua strategia?

Cosa significa analizzare la tua tecnica di trading?

Significa che devi sapere più o meno esattamente qual’è la sua probabilità di andare in profitto. Ogni metodo di trading infatti ha una probabilità di riuscita positiva e non la certezza.

Come fare per capire che probabilità di riuscita ha la tua tecnica? Devi estrapolare i dati dal tuo diario di trading, se ne hai tenuto uno (i grandi trader lo fanno, quindi fallo anche tu) oppure dalle statistiche del tuo conto in piattaforma. Se hai la Metatrader 4, basta andare sullo storico dal Terminale. Clicchi con il pulsante destro del mouse nello storico operazioni, scegli i tempi con periodo personalizzato oppure lo storico completo e salvi come rapporto dettagliato.

Ti si aprirà una finestra con il rapporto dettagliato delle tue operazioni. Devi scendere in basso ed estrapolare questi due dati:

  • Profit factor – indica il tuo fattore di profitto reale;
  • Total trades – indica il numero di operazioni fatte.

Per calcolare la percentuale di probabilità di riuscita della tua strategia devi moltiplicare il profit factor per 10.000 e dividere il risultato per total trades:

Profit factor X 10.000 / Total Trades = % probabilità positiva strategia

Più facilmente potrai trovare il risultato della percentuale già calcolata affianco alla dicitura Profit Trades (% of total).

– Come guadagnare anche con una percentuale del 30% di trade in profitto

Se sei un trader perdente, ti assicuro che non dipende tanto dalla percentuale calcolata, quanto dalla tua gestione del rischio rendimento di ogni operazione.

Ora ti spiego come puoi guadagnare anche con una strategia con la probabilità positiva del 30%.

Quando il tuo trading è positivo solo al 30%, vuol dure che 7 trade su 10 sono in perdita e solo 3 in guadagno, tuttavia con un risk reward sempre costante di 1:3 + spread/commissione, tu puoi essere sempre in guadagno nel lungo periodo, paradossalmente anche con una strategia casuale e poco studiata, associata ad un solido piano di trading.

– Esempio di rischio rendimento 1:3 e 1000 euro al mese

Fai 100 operazioni in un mese. Se per ognuna di esse mantieni un rischio in denaro di 50 euro più una commissione/spread di 5 euro (per calcolare lo spread in euro, impara a calcolare il valore di 1 pip), un profitto triplo di 165 (=55 X 3) e vai a target solo con 30 operazioni su 100, ecco cosa succede:

Guadagni = 30 X 165 = 4.950 €

Perdite = 70 X 55 = 3.850 €

Profitto totale mensile = 4.950 – 3.850 = 1.100 €

Con questo sistema tu – in 1 solo mese – guadagni più di 1.000 euro con una misera strategia che ha una probabilità di riuscita del 30%. E se questa percentuale aumentasse cos’accadrebbe ad utilizzare questo metodo di gestione del rapporto rischio/rendimento?

– Esempio di rischio rendimento 1:3 e 5000 euro al mese

Se la tua strategia forex è abbastanza buona, allora potrà avere il 50 % di probabilità positiva ed avrai un profitto mensile per 100 operazioni di questo tipo:

Guadagni = 50 X 165 = 8.250 €

Perdite = 50 X 55 = 2.750 €

Profitto totale mensile = 8.250 – 2.750 = 5.500 €

Lo so, è troppo bello per essere vero, ma è la realtà dei fatti: guadagni più di 5.000 euro al mese con una tecnica che ti fa perdere la metà dei tuoi trade. Io ho iniziato a guadagnare proprio quando ho cominciato ad adottare questo sistema matematico alla lettera, perché le strategie di trading da sole non bastano, seppur ottime.

Il giusto rapporto rischio rendimento nel tuo trading online sul forex può fare davvero la differenza utilizzando la stessa strategia di sempre e migliorandola di volta in volta per aumentarne la percentuale di profittabilità.

Con questo sistema di calcolo del rischio rendimento, anche la tua strategia di trading automatico può prendere il volo.

– Metodo più complesso di calcolo R/R

Se invece vuoi complicarti un po’ i piani per provare a guadagnare ancora di più sui trend, puoi gestire le tue operazioni in questo modo:

  • apri la tua posizione con più contratti/lotti/mini e microlotti (l’ideale sarebbe il multiplo di 3);
  • inserisci il tuo stop loss ad esempio a 50 euro per contratto, nel nostro esempio 3, con una perdita di 165 euro;
  • inserisci un doppio take profit:
    • il primo per 2 contratti, quando solo questi due insieme raggiungono un guadagno triplo rispetto alla perdita, ossia 495 €;
    • il secondo per l’ultimo contratto che potrà guadagnare molto di più se siamo in un bel trend oppure potrà stopparsi quando il prezzo raggiunge la nostra entrata, perché nel momento in cui viene toccato il primo take profit, noi andiamo a spostare lo stop sul livello dell’entrata, così da non avere più alcun rischio per quel trade in corso.

Questo sistema di lasciar correre i profitti è un po’ più complesso e rischioso, perché il primo target sarà più alto rispetto al take profit della gestione precedente, visto il terzo contratto che resta aperto, tuttavia quando si è in trend e il prezzo continua ad andare in una direzione ben precisa, i guadagni saranno notevoli. Di solito è utilizzato dai più esperti e, visto che la tecnica dei professionisti di solito è più affidabile, profittevole dal 70% in su, c’è chi decide di slittare il rapporto risk reward a 1:2 per il primo take profit, in modo da ridurre il rischio di un ritorno del prezzo.

– Perché iniziare subito con il metodo R/R 1:3?

Il mio consiglio è quello di iniziare con il primo metodo, utilizzarlo per qualche mese e vedere come il tuo conto può crescere. Ti chiedo in ogni caso di lasciare un feedback sulla questione se hai provato ad utilizzare questo metodo così potrà essere utile a chi come te sta cercando un buon modo per guadagnare con il trading online.

Puoi provare anche con un conto demo forex illimitato e farti un’idea sulla questione, l’importante è agire come se fossi in reale, con i soldi che impiegheresti nel tuo conto, così da avere la giusta percezione della realtà.

Apri il tuo conto ora e comincia ad applicare il metodo che ti fa guadagnare anche se perdi.

Vuoi imparare a fare Forex?

Iscriviti alla Newsletter e riceverai gli aggiornamenti di questo sito.

Grazie! Ora conferma l'iscrizione cliccando sul link che ti ho inviato.

Qualcosa è andato storto. Riprova!

Prova una piattaforma per il trading simulato gratis

BDSWISS
1.5/spread
25 €/deposito
0 €/commissioni
MT4
AVATRADE
0.7/spread
100 €/deposito
0 €/commissioni
MT4 + Avatrader
DUKASCOPY
0.2/spread
100 €/deposito
Commissioni variabili
JForex + Java
TICKMILL
0.1/spread
25 €/deposito
Commissioni:
- 3$ Conto Pro
- 0$ Conto Classic
MT4

Leave a Reply

Vuoi imparare a fare Forex?

Iscriviti alla Newsletter e riceverai gli aggiornamenti di questo sito.

Grazie! Ora conferma l'iscrizione cliccando sul link che ti ho inviato.

Qualcosa è andato storto.